Seleziona una pagina

Come si diventa fotografo

di concerti?

La prima edizione di “F1rst Rap Show” si è svolta a Sanremo lo scorso 13 settembre. Un evento inedito a cura di Simone Tonsi in arte Keemo, produttore nella comunicazione musicale che dopo un’esperienza decennale in America è tornato in Italia per dare valore e voce ai giovani musicisti della scena rap sanremese.

Puoi scoprire l’intervista a Simone Tonsi all’interno del mio Magazine Soldout Mag a questo link https://www.soldoutmag.com/sanremo-f1rst-rap-show/

F1rst Rap Show è stato un bellissimo evento, sicuramente da consigliare a tutti gli aspiranti fotografi musicali che cercano delle opportunità di crescita professionale. Quando si è nuovi nella fotografia di concerti ed eventi, infatti, è tutto incredibilmente affascinante ma le incertezze sono tante e possono essere difficili da gestire per i fotografi alle prime armi.

Per diventare fotografo di concerti ed eventi può risultare molto importante iniziare a scattare negli eventi locali, infatti, è davvero il modo più semplice per fare esperienza. Si tratta di situazioni nelle quali è facile accedere con la propria fotocamera senza importanti limitazioni ed è per questo motivo che risultano essere la strada più agevole dalla quale partire.

E’ da considerare, inoltre, che in ogni luogo ci sono eventi, concerti, club, locali e band da valutare per iniziare a fare esperienza. Gli unici limiti sono quelli che ti dai tu!

Soldout Mag media partner di

F1rst Rap Show

Alla prima edizione di F1rst Rap Show ho partecipato con il mio magazine Soldout Mag che è stato media partner di questa bellissima iniziativa che ha messo in risalto giovani artisti emergenti della città di Sanremo. Ho realizzato un piccolo report di questo progetto musicale dedicato alla scena rap sanremese.

 Ho sempre avuto a cuore le iniziative locali, anche quelle nascenti, reputando importante lo sviluppo dei progetti legati al mio territorio in ambito culturale e artistico. Aver avviato la mia carriera al fianco di una figura di rilievo come quella di Pepi Morgia ai tempi in cui il suo ruolo era anche quello di Direttore Artistico del Comune di Sanremo mi ha sensibilizzato molto sotto questo aspetto. Pepi era sempre attentissimo, ascoltava e individuava nuove idee e giovani talenti legati alla città.

Per quanto riguarda la qualità di immagine non pensiamo che le buone foto possano nascere solo in certi tipologie di concerti ed eventi, soprattutto quelli di altissimo livello. Dipende da come osserviamo e interpretiamo la luce, la scena, il soggetto, da quello che la musica di un’artista ci trasmette, da come scegliamo di raccontare quei momenti. Significa che ovunque sei hai la possibilità di esprimere qualcosa di interessante.

Entrando nel vivo di F1rst Rap Show vi posso dire che fotografare gli artisti in freestyle ad un palmo dal proprio naso è un’esperienza molto diversa rispetto allo scattare foto sotto palco, dal Pit per esempio. E attraverso il mio racconto vorrei stimolarvi nel fare pratica in situazioni analoghe, situazioni davvero formative per chi desidera diventare un fotografo di concerti ed eventi.

“Se la foto non è buona significa che non eri abbastanza vicino”

Robert Capa

All’interno degli eventi, la vicinanza con gli artisti non è sempre possibile, spesso è un privilegio riservato a quella cerchia ristretta di operatori dello spettacolo che lavorano dietro le quinte e dei fotografi autorizzati ad accedere al soundcheck o al backstage.

In questo caso potremmo scegliere di evitare obiettivi di lunga focale come il 200, 300 o 400 mm, basterà considerare un grandangolo e coinvolgersi nella musica vivendo a pieno le  emozioni provate all’interno della scena e impegnarsi a tradurle in immagini. Ovviamente, bisogna essere sicuri di potersi muovere con una certa libertà all’interno dell’evento altrimenti l’impostazione e la strumentazione da considerare può essere ben diversa.

Per questo sottolineo l’importanza di partire da eventi con maggiore semplicità di accesso per merito della loro semplicità e delle tue pubbliche relazioni.

Ad ogni modo anche quando le condizioni sono avverse, cerca sempre di avvicinarti il più possibile al soggetto senza timore ma sempre nel pieno rispetto delle regolamentazioni imposte.

Ricercare quelle situazioni che possano darti grande libertà di movimento con la tua fotocamera ti permetteranno di imparare a gestire sempre meglio la luce. Per molti fotografi, infatti, c’è grande difficoltà nell’esposizione durante i concerti e gli eventi, tuttavia, più ci si forma e ci si dedica a fare esperienza maggiore è lo sviluppo delle competenze basilari per intraprendere un percorso professionale come fotografo musicale.

Spero che il mio racconto ti abbia ispirato per trovare il tuo primo concerto da fotografare e che tu possa avere un gran successo!

VUOI ACCEDERE AD UN GRANDE EVENTO? Lascia che ti aiuti a diventare un fotografo di successo!

raffaellasottile.com